Hai visto una tua amica indossare una scintillante collana e, dopo aver scoperto che era opera sua, hai deciso di imparare anche tu a creare bijoux fai da te con gli Swarovski®? “Benissimo” hai detto, “se ci riesce lei posso farlo anche io!” Eppure, dopo aver comprato tutta l’attrezzatura necessaria (cristalli Swarovski®, perline, mezzi cristalli, filo di nylon, cavetto metallico, schiaccini, chiusure etc.…) e vari manuali che insegnano a creare bijoux fai da te con schemi a dir loro “facilissimi” non riesci proprio a capire come fare? Non preoccuparti, in questo articolo ti spiegherò come riuscire ad interpretare gli schemi Swarovski®.

Gli schemi Swarovski® non sono altro che la figura dell’oggetto da realizzare in più passaggi chiave. Userò come esempio questo mio schema dell’anello “Blue Flower”.

Impara a interpretare gli schemi Swarovski®

Come puoi vedere, in questo schema sono presenti tre figure che rappresentano l’anello in tre diversi momenti del lavoro di creazione. Sul lato destro è presente la lista del materiale che ti servirà per realizzare il gioiello e al suo fianco la legenda, che ti permetterà di comprendere i vari simboli presenti sulle immagini. Fai attenzione: i simboli utilizzati non sono sempre gli stessi, chi realizza lo schema può usarne altri. Di norma negli schemi Swarovski® è presente una legenda, come nello schema che ti sto proponendo. Se non ci dovesse essere, a meno che tu non sia alle prime armi, non dovresti comunque riscontrare alcuna difficoltà nell’intuirne il significato.

Ti consiglio di cominciare il tuo bijoux fai da te preparando tutto il materiale necessario per lavorare, così come elencato nella lista apposita. Dividi i cristalli Swarovski® per taglio, misura e colore. Prepara il filo di nylon e predisponi le perline. In questo modo ti accorgerai subito se i conti non tornano…se ti rimane qualche cristallo o al contrario, se li finisci prima di aver concluso il tuo gioiello, probabilmente hai commesso qualche errore.

Una volta allestito il tavolo da lavoro con tutto l’occorrente ben suddiviso e organizzato, comincia la tua interpretazione degli schemi Swarovski® e la creazione del tuo bijoux fai da te. Concentrati sulla prima figura, la numero uno. Come vedi nel disegno è presente una stellina che, come indicato nella leggenda, indica il punto di partenza.  Ciò significa che dovrai cominciare il lavoro proprio dalla perlina contrassegnata dalla stellina, facendo passare un pezzo di filo di nylon al suo interno. D’ora in poi il lato destro del filo sarà contrassegnato dal colore blu, quello sinistro invece dal colore rosso.

Successivamente non dovrai fare altro che seguire i fili. Se hai paura di confonderti, stampa lo schema e, man mano che procedi con gli incroci, ripassa i fili con due pennarelli diversi, uno per ogni filo. In questo modo sarai sicuro di non perdere il segno e/o di non ripetere lo stesso passaggio più volte.

Torniamo dunque al punto di partenza, cioè alla perlina contrassegnata dalla stellina. Come indicato nello schema devi infilare due perline sul filo blu e due su quello rosso. Dopodiché dovrai incrociare i due fili in un’altra perlina in modo da creare un cerchietto.

Adesso inizia la parte più difficile. Devi inserire sul filo blu un bicono Swarovski® da 4mm, un fiore Swarovski® e un bicono Swarovski® da 6mm. Fatto questo dovrai incrociare i fili in un fiore e in un bicono Swarovski® da 4mm insieme.

Ogni volta che incroci ricorda di tirare delicatamente i due estremi del filo.

Adesso lo schema ti indica di far passare il filo blu all’interno della perlina che si trova al suo fianco (e che fa parte del cerchietto di perline iniziale). Devi quindi inserire un bicono Swarovski® da 6mm sul filo rosso e di nuovo incrociare i fili in un fiore e in un bicono Swarovski® da 4mm insieme.

Questa operazione, come mostrato nello schema, va ripetuta muovendosi nella stessa direzione sino ad aver concluso la circonferenza dell’anello. È infatti molto importante procedere sempre nello stesso sensoCiò vale non solo per la realizzazione di questo gioiello, ma per quasi tutte le creazioni di bijoux fai da te con i cristalli Swarovski®.  Cercherò di spiegarmi meglio. Nella prima figura, come vedi, ho deciso di portare avanti il lavoro in senso anti-orario. La direzione non è obbligatoria, tu puoi decidere di muoverti in senso contrario, l’importante è che, una volta scelto il verso, tu lo mantenga sino ad aver percorso tutta la circonferenza dell’anello.

Terminato il lavoro della prima immagine con l’incrocio dei due fili in un bicono Swarovski® da 6mm, passa alla seconda figura. Come puoi notare, è presente un cerchietto giallo che indica il punto da cui riprendere. Ovviamente questo punto corrisponde a quello nel quale avevi interrotto il lavoro della figura precedente.

Puoi notare che, in questa seconda figura, il punto di ripresa del lavoro coincide col punto in cui si incrociano nuovamente i fili. In pratica, il lavoro riprende e si interrompe nello stesso punto. Lo schema infatti indica che, dal punto di ripresa, quello contrassegnato dal cerchietto giallo, si deve far fare un giro completo a uno dei due fili (io ho scelto quello blu), semplicemente inserendo tra un bicono Swarovski® da 6 mm e l’altro, un bicono Swarovski® da 4mm.

Finito il lavoro della seconda figura, passa all’ultima, la terza. Il punto da cui riprendere la creazione del tuo bijoux fai da te è quello dove hai concluso il lavoro della figura precedente, cioè quello contrassegnato dal cerchietto giallo. Quest’ultima immagine ti spiega come concludere l’anello andando a realizzare il girodito di perline. Partendo dal bicono Swarovski® da 6mm, dovrai inserire tre perline sul filo blu e tre su quello rosso e incrociare i due estremi del filo in altre tre perline. Dovrai ripetere questa operazione fino a quando il girodito avrà la lunghezza giusta per la taglia del tuo anello che ovviamente dipende dalla misura del tuo dito. Infatti, come puoi notare, le due frecce, quella rossa e quella blu sono adesso doppie, ciò indica il proseguimento del lavoro con la ripetizione della stessa operazione. La presenza del quadratino rosso finale segnala, come scritto nella legenda, la conclusione del lavoro. Chiaramente, una volta concluso il girodito, dovrai chiudere l’anello inserendo i due fili nel bicono Swarovski® opposto a quello di partenza. Infine dovrai fare incontrare i fili, fare un nodo, far correre i fili lungo le perline e i cristalli per assicurare il nodo e rafforzare il lavoro, e infine tagliare i fili in eccesso.

L’anello è finito. Che te ne pare?

Adesso che hai capito come leggere gli schemi Swarovski®, visita la sezione del mio sito ad essi dedicata, clicca qui. Se invece cerchi qualcosa di più completo e approfondito, sul sito di “Crea con i Cristalli” puoi trovare tantissimi video corsi per imparare a creare splendidi bijoux fai da te, clicca qui.

Spero che questo articolo ti sia stato utile. Se sei arrivato fino a qua e hai apprezzato ciò che ho scritto, ti sarei grata se volessi lasciare un giudizio positivo servendoti delle stelline sottostanti (più stelline selezioni, più gradisci l’articolo, dunque, selezionando 5 stelline indicherai che il mio articolo ti è piaciuto tantissimo 😊👍).

 

Come interpretare gli schemi Swarovski®
5 (99.11%) 45 votes

Ti piacerebbe scoprire l’affascinante mondo della creazione artigianale di bijoux in cristallo Swarovski®? Allora non perdere tempo e comincia subito a creare i tuoi splendidi gioielli con il mini corso gratuito costituito da 3 video lezioni sulla realizzazione della splendida parure “Pesca”! Clicca il pulsante accanto e compila il modulo 👍